APPROFONDIMENTO

SOSTEGNO DSA PSICOLOGIA TORINO

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) sono tra i principali motivi che portano i bambini all’osservazione dei Servizi di Neuropsichiatria Infantile del nostro territorio: esso riguarda il 3-5% della popolazione.

Il DSA è un disturbo con esordio nei primi anni della formazione scolastica.

É caratterizzato da persistenti e progressive difficoltà nell’apprendere le abilità scolastiche di base, pur in assenza di compromissioni cognitive o sensoriali.

Il bambino, normalmente intelligente, presenta dunque un deficit altamente specifico relativo a un circoscritto dominio di abilità indispensabili all’apprendimento (lettura, scrittura, calcolo). Questo determina un rendimento scolastico poco sodisfacente in una o più aree.

La categoria DSA include le seguenti diagnosi:

- Disturbo della Lettura (dislessia)

- Disturbo del Calcolo (discalculia)

- Disturbo dell’Espressione Scritta (disortografia, disgrafia)

Gli studiosi sono oggi d’accordo nel riconoscere l’origine neurobiologica del disturbo, sebbene la sua espressione, peraltro così eterogenea, sia mediata e modulata da fattori ambientali.

Negli ultimi anni, studi dell’ambito neuroscientifico hanno mostrato l’efficacia di trattamenti neuropsicologici indirizzati al Disturbo Specifico 

dell’Apprendimento, condotti da operatori specializzati secondo programmi abilitanti mirati.

Parallelamente, studi psicologici hanno evidenziato come circoli viziosi di tipo emotivo e relazionale possano alimentare il disturbo. L’intensa sofferenza psicologica legata ai vissuti delle proprie carenze - alle quali spesso, soprattutto nelle prime fasi della loro manifestazione, non viene dato il giusto significato - può incidere pesantemente sull’autostima e sulla motivazione ad apprendere, creando un circolo vizioso.

É pertanto indispensabile affiancare al trattamento neuropsicologico un trattamento della sfera emotivo-relazionale indirizzato al sistemi di cui il bambino è parte e in cui il bambino co-costruisce il significato da dare alla sua difficoltà: famiglia, scuola, gruppo dei pari...

OBIETTIVI

OBIETTIVO GENERALE: Identificare il bambino/ragazzo con DSA e intervenire sulla difficoltà coinvolgendo i suoi sistemi di riferimento, scuola e famiglia, affinché si possa costruire una rete che collabora con gli stessi fini ed entro cui il bambino possa dare un significato alle sue difficoltà specifiche.

OBIETTIVI SPECIFICI: Laddove vi fossero difficoltà scolastiche significative e persistenti, valutare la presenza del DSA attraverso un’accurata diagnosi neuropsicologica funzionale.

Costruire insieme alla famiglia e alla scuola un percorso idoneo affinché il bambino possa apprendere nella misura a lui più confacente sulla base del funzionamento emerso durante la diagnosi.

Un percorso completo prevede l’azione su tre fronti:

Sul bambino: integrando un intervento di potenziamento neuropsicologico mirato (mediante il protocollo del prof. Benso, che permetta al bambino di dispiegare il potenziale di apprendimento), a un insegnamento degli strumenti compensativi utili in base al profilo emerso in valutazione;

Sulla famiglia: percorso di parent training, utile alla comprensione e alla gestione delle difficoltà scolastiche ed emotive presentate dai figli;

 

Sulla scuola: percorso di teacher training, che guidi la scuola alla costruzione di una didattica su misura delle difficoltà e dei punti di forza del bambino.

A CHI É RIVOLTO


Studenti frequentanti la Scuola Primaria e Secondaria di I grado con difficoltà scolastiche.

DIAGNOSI E INTERVENTO

La diagnosi e l’intervento sul DSA comprendono le seguenti fasi.

Esse possono essere proposte/richieste singolarmente o può essere intrapreso l’iter completo.

1. Primo colloquio: analisi dei dati anamnestici e delle difficoltà riferite per valutare se l’entità delle criticità richieda di procedere con una valutazione neuropsicologica;

2. Valutazione neuropsicologica funzionale: indicativamente 6 incontri di 60-90 minuti;


3. Trattamento neuropsicologico integrato per il bambino: indicativamente 1incontro/settimana, 45-60 minuti;

 

4. Parent Training: coppia singola o in gruppo;

5. Teacher training: 1 colloquio + monitoraggio telefonico; affiancamento nella stesura del PDP

COSTI

Valutazione neuropsicologica funzionale: 55€/incontro;
Trattamento neuropsicologico integrato: 50€/incontro;
Parent training: 50€/incontro (singola famiglia) 

Parent training di gruppo: dai 17€ ai 25€ in base al numero di partecipanti;

Teacher training: 50€/incontro.

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram

© 2017 Centro Clinico Psicologia Torino

Pier Luigi Putrino - P.I. 11853010012